Santi ‘in carrozza’? ‘No, grazie!’ Monta la protesta: accade nel Cilento

OSTIGLIANO (SA), 19-06-2018. Nel mese di giugno, come di consueto, si svolgono le tradizionali processioni in onore dei Santi Antonio, Vito e Giovanni Battista. Accade ad Ostigliano (Perito, Sa); come da tradizione, le statue, fino alla ricorrenza 2017, sono state portate a spalla dai fedeli, da quest’anno, invece, vista la mancanza di portatori di Statua durante le processioni delle feste di questa Parrocchia, si è provveduto, per svolgere la consueta Processione, a costruire un carrello apposito per sopperire a tale mancanza, è questa la nota che si legge nella lettera del parroco che, ha lo scopo di giustificare la scelta.

La piccola comunità, considerato anche il calo demografico, negli ultimi anni ha assistito ad un significativo ridimensionamento delle festività; ciò si riflette anche sui ‘portatori di Statua’ che sono sempre di meno.

Così, lo scorso 13 giugno, la maestosa e pesante Statua di Sant’Antonio di Padova è stata collocata su un carrello di ferro, comunque affiancato e spinto dai fedeli, per consentire la processione. La scelta, però, non è stata da tutti accolta con entusiasmo e vista come una mancanza verso la tradizione. Dunque, considerate le lamentele, il parroco invita per le restanti festività in programma, che chi fosse interessato a dare continuità alla tradizione dei portatori di Statua a ‘SPALLA’, di presentarsi non più tardi della mattina della festa stessa.

Domenica 24 giugno 2018, si terranno i tradizionali festeggiamenti in onore di San Giovanni Battista, patrono di Ostigliano, sperando che la bella statua a mezzo busto non rimanga ‘a piedi’…

Precedente CruCilento, divertitevi giocando con noi Successivo Sacco, inaugurazione 'Casa Vacanze Sammaro'